ROMA – SIAMO ALLE SOLITE: GUANTI INTROVABILI E PREZZI ALLE STELLE.

Adesso mancano i guanti e la carenza provoca speculazioni e lauti guadagni per i soliti furbastri. Il governo deve provvedere con prezzi calmierati per tutti i presidi salvavita.

Roma – Le prime ad essere introvabili, a seguito della pandemia, sono state le mascherine che dopo l’ignobile sparizione sono riapparse sui siti di e-commerce, o vendute sottobanco nei negozi “fisici” a prezzi lievitati in maniera abnorme, tant’è che il governo è dovuto correre ai ripari ed imporre un prezzo calmierato su quelle chirurgiche.

Alcol denaturato come l’oro.

Ti potrebbe interessare anche —->> ROMA – QUEL MENZOGNERO DEL PREMIER: QUALI E QUANTE LE SUE RESPONSABILITA’? SI FACCIA LUCE

Le mascherine sono state seguite a ruota dall’alcool denaturato, il cui prezzo è stato aumentato al dettaglio del 550% rispetto al dicembre 2019. Stessa cosa per il gel igienizzante e per tutti gli altri presidi sanitari idonei a prevenire e scongiurare il contagio da Coronavirus. Adesso sono i guanti sterili a mancare e, se si trovano, si è costretti ad acquistarli ad un prezzo anche più che quadruplicato se non addirittura quintuplicato. Evidentemente non potendo più speculare sulle mascherine sono gli altri ausili a farne le spese:

Fondazione Stella Maris.

Ti potrebbe interessare anche —->> IRENE PIVETTI NEI GUAI GIUDIZIARI: IMPORTAVA MASCHERINE FASULLE.

“…Prima della pandemia una confezione da 100 guanti costava 2,30-3 euro – spiega Michela Franceschini, direttrice di Casa Verde della Fondazione Stella Maris di San Miniatoora come minimo superano i 12 euro e molto spesso superano i 14 euro a confezione. Un prezzo folle per chi, come noi, una confezione non ci dura nemmeno una giornata…”.

Le fa da eco la collega Graziella Bertini, direttrice della Rsd di Montalto di Fauglia:

“…ll Governo giustamente ha calmierato il prezzo delle mascherine, imponendo un costo di 0,50 centesimi per quelle chirurgiche. Visto la spirale al rialzo continuo dei prezzi, perché non imporre un prezzo calmierato anche per i guanti? Siamo in balia di un mercato che sta speculando su un presidio necessario per chiunque si occupi di assistenza. Perché non porvi un freno? Anche tra i grossisti che conosciamo da tempo una confezione di guanti sta andando verso i 14-15 euro…”.

Rsd di Montalto di Fauglia.

Ti potrebbe interessare anche —->> IL BLUFF DELLE MASCHERINE. UNO SCHERZO DI CATTIVO GUSTO?

Da qui l’appello alle istituzioni per intervenire affinché i guanti non diventino motivo di speculazione sfrenata:

“…Chiunque abbia nei magazzini guanti acquistati prima del lockdown li metta a disposizione delle strutture che ne hanno davvero bisogno, quello delle Rsd e delle Rsa è un settore che va tutelato. Abbassiamo i prezzi dei guanti sterili, non è possibile andare avanti cosi...”.

Residenze sanitarie per anziani hanno bisogno di presidi gratuiti.

E in attesa che il governo intervenga per calmierare anche i prezzi di guanti, alcool, gel e quant’altro sia necessario nella lotta contro il temibile virus a noi non rimane altro che prendere atto dell’ennesima vergogna tutta italiana. 

 

Ti potrebbe interessare anche —->>

A ME GLI OCCHI: IL POPOLO ITALIANO SOTTO IPNOSI. OCCHIO ALLE SUPPOSTE…