ROMA – IL GRILLO PARLANTE ED I TRANSFUGHI DEL MOVIMENTO. VUOTO NELL’ESECUTIVO.

La situazione è al limite della baraonda. L'unica regola? Non ci sono regole. Come nei tradimenti specie nei confronti degli italiani a cui era stata garantita una politica di servizio e di passaggio. Pinocchi...

Alessandro Di Battista
Alessandro Di Battista

Roma – La maggioranza barcolla al Senato perché vi è aria di esodo dal M5s alla lega, in ultima analisi il temporaneo passaggio al gruppo misto fino alle elezioni. Tante le indiscrezioni di una vera e propria migrazione dal M5S verso la Lega. L’unica verità è che la contaminazione del “palazzo” ha reso tutti uguali. Così ciò che non doveva accadere si è invece verificato. Così in attesa che crolli l’ultimo tabù (quello dei due mandati) si rimane attoniti sulla spregiudicatezza di coloro che non sono più Grillini. Ammesso che lo fossero anche prima.

Virginia Roma non ti merita, disse il Grillo parlante… Ma nun era mejo che se stava zitto?

I numeri di Palazzo Madama, già risicati adesso per il Governo Conte, rischiano di diventare pesanti come macigni. Dopo gli ultimi addii senza lacrime (con il passaggio di Alessandra Riccardi alla Lega) e di Alessandra Ermellino, si rifanno insistenti le voci di ulteriori strappi. Il clima è rovente, diversi pentastellati non si parlano nemmeno e la mancanza di una vera leadership si sente. Le voci che circolano e che sembrano assai accreditate parlano di due senatrici di peso. Non fisico, indubbiamente, ma di una certo spessore, di quelli che riescono a catalizzare interesse ed attenzione su progetti ed idee. Parlamentari e non attendono con ansia una loro mossa. Ma chi sono queste signore di spicco?

 

Matteo Salvini
Matteo Salvini.

Ti potrebbe interessare anche ———–>>ROMA – RISPETTO PER LE DIVERSITA’: UNA PROPOSTA DI LEGGE CHE NON VEDRA’ MAI LA LUCE. FORSE.

I nomi che aleggiano sono quelli di Marinella Pacifico e Tiziana Drago. Nessuno può dire di non conoscerle e di non averli sentite per i tanti progetti che hanno portato avanti nel proprio territorio. Ci piacerebbe sapere quali ma questa è un’inezia. La lista dei “delusi” è lunga ma l’insoddisfazione è così forte che neanche Alessandro Di Battista riesce più a drenare l’emorragia interna. Certamente l’immagine che si ricava all’esterno, dalle stanze dei bottoni, è di autentico trasformismo e tradimento. Nella tanto vituperata prima repubblica tutto ciò non avveniva o accadeva in maniera diversa ed il “tradimento” che si sta consumando consiste proprio nell’avere illuso i cittadini che la politica si sarebbe potuta fare in modo disinteressato e temporaneo. L’illusione forse è finita, il tempo delle marmotte cede il passo al momento d’oro degli avvoltoi e dei transfughi spregiudicati.

Marinella Pacifico

La senatrice Pacifico, si “borbotta” in forte ritardo con le restituzioni (la deadline è a fine mese), viene accostata al Carroccio mentre la siciliana Drago — che si era astenuta sulla sfiducia ad Alfonso Bonafede — secondo i rumors più indiscreti potrebbe approdare al Misto. È sempre il solito copione che viene recitato: “..Forse è il Movimento che mi vorrebbe fuori. Occorrerebbe chiedere a qualcuno dei vertici..”, commenta la senatrice Drago. Mercoledì prossimo i probiviri tireranno le somme sulla situazione delle rendicontazioni e quello potrebbe essere il primo “casus belli” da superare sulla strada che porta verso gli Stati generali.

Tiziana Drago
Tiziana Drago

Ti potrebbe interessare anche ———–>> ROMA – IL FLOP DEL REDDITOMETRO. EPPURE POTEVA FUNZIONARE.

Con lo spettro di una scissione all’interno del Movimento che prende sempre più corpo, i ribelli guidati da Di Battista da una parte e i filo governativi dall’altra, si profila uno scontro “epocale“. In pieno clima “pandemico“, tra paure e difficoltà infatti è quello che i cittadini vogliono sentire, le uniche cose che interessano sono i conflitti interni e le beghe di palazzo o di partito. Grillo tace (e quando parla sbaglia com’è accaduto in Campidoglio contro i Romani), la gente è distratta da altri e più importanti problemi, sempre più spesso di sopravvivenza… La giostra continua a girare e chi lo desidera può salire ma attenzione potrebbe trattarsi di un vero “stordimento di massa”. Chissà. Del resto ne vedremo di belle, a breve.

Ti potrebbe interessare anche ———–>> ROMA – SENZA SOLDI A BABBO MORTO SARANNO GUAI. NON SAREBBE MEGLIO INVESTIRE SUL LAVORO? 

ROMA – TUTTO RUOTA INTORNO AL MES. RIMANERE IN EUROPA SERVE ANCORA?