MILANO – FESTA DI HALLOWEEN: LO SCHERZETTO L’HANNO FATTO I CARABINIERI

Giovanissimi festeggiavano la ricorrenza americana in una elegante abitazione di Milano dove i carabinieri hanno posto fine ai festeggiamenti a base di alcol e musica a tutto volume.

MilanoUn Halloween come questo sicuramente non lo dimenticheranno più. Protagonisti 20 ragazzi e ragazze tutti giovanissimi, di età compresa tra i 18 e i 20 anni, sorpresi dai carabinieri a festeggiare in un appartamento la notte più paurosa dell’anno.

Alle prime ore dell’alba i carabinieri del nucleo radiomobile del Gruppo di Milano sono intervenuti in via Niccolini, dove erano stati segnalati schiamazzi e musica ad alto volume provenienti da un appartamento privato. Arrivati sul posto i militari sono entrati nell’appartamento dove trovavano numerosi giovani intenti a festeggiare la notte di Halloween, nonostante i divieti imposti dalle vigenti normative regionali e nazionali.

Da quanto riferiscono gli uomini dell’Arma, l’abitazione – come forse è normale che sia nella notte di Halloween e soprattutto quando si parla di una festa fra ragazzini – era completamente a soqquadro, con bottiglie di alcolici ovunque mentre i giovanissimi, sprovvisti di mascherine, occupavano i diversi locali, da cui proveniva musica ad altissimo volume.

La villetta di due piani con piscina e sala cinema, risultava essere stata affittata per 2500 euro dai promotori della festa privata, che avevano organizzato ingressi a pagamento e la somministrazione di alcolici, particolare che sarebbe stato – da quanto riferito dagli uomini dell’Arma – molto apprezzato dai giovani festaioli che ne hanno fatto abbondante uso tanto da dover ricorrere all’intervento del 118 per verificare le condizioni di alcuni ragazzi in forte stato di alterazione etilica.

I militari intervenuti, dopo aver sgomberato l’abitazione e restituito le chiavi al proprietario, hanno denunciato 20 persone tra gli organizzatori e gli avventori della festa privata ai sensi dell’art. 650 CP per «inosservanza di provvedimenti dell’Autorità», in relazione alle norme sul contenimento della pandemia.

 

Ti potrebbe interessare anche —->>

ROMA – UNA NUOVA SERRATA SARA’ DEVASTANTE. URGONO SOLUZIONI DIFFERENZIATE