MILANO – BICICLETTE SUI TRENI. DI MARCO M5S LOMBARDIA: NELLA NOSTRA REGIONE NON C’E’ UNA VISIONE COMPLESSIVA

Per Nicola Di Marco è necessario cambiare il metodo di lavoro che va improntato all’ascolto e al dialogo dei rappresentanti e dei sodalizi di viaggiatori e non all’imposizione che si risolve con un comunicato stampa.

Milano – Oggi in Commissione regionale trasporti sono stati sentiti i rappresentanti di Fiab, la Federazione italiana Ambiente e Bicicletta, sulla scelta di Trenord di limitare gli accessi delle biciclette sui treni locali. Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “…Sono stati confermati tutti i nostri dubbi di questi mesi; li abbiamo messi nero su bianco con interrogazioni e accessi agli atti. Alla Lombardia manca una visione generale sulla mobilità e sul trasporto ferroviario. Siamo di fronte ad un circolo vizioso: la regione ha abdicato totalmente al suo ruolo di ente regolatore subendo passivamente le decisioni dei vertici di Trenord, peraltro scelti dalla stessa regione…”.

Nicola Di Marco

Per il consigliere è necessario cambiare il metodo di lavoro che va improntato all’ascolto e al dialogo dei rappresentanti e delle associazioni di viaggiatori e non all’imposizione che si risolve con una comunicazione a mezzo stampa. Per garantire un trasporto integrato appena sufficiente è necessario potenziare il servizio ferroviario ai livelli pre-Covid. Quanto ai rider, le aziende di Food delivery, devono essere indirizzate e sostenute perché utilizzano i locali vuoti delle stazioni ferroviarie per il deposito degli strumenti di lavoro:

“…I ritardi sulle consegne dei nuovi treni acquistati da FNM vanno compresi e affrontati seriamente – conclude Di Marco – e non con la reticenza che registriamo in Lombardia. Le associazioni hanno chiaramente detto che il numero di stalli bici sui nuovi treni sembrerebbero già sottodimensionati, 12 posti sul ‘Caravaggio’, 8 sul ‘Doninzetti’ e 8 sul ‘Colleoni’…Anche su questo il confronto deve proseguire per migliorare in tutta la Lombardia il servizio treno+bici...“.