LONDRA – HO FATTO DA CAVIA PER DIMOSTRARE CHE IL VACCINO E’ INDISPENSABILE E SICURO

A tanti che si dicono favorevoli al vaccino, almeno altrettanti non sono d'accordo. Il fronte dei No-Vax è sempre più ampio e anche i medici dissidenti sono aumentati di numero. Gran parte dei vaccini, però, sono serviti per evitare epidemie e pandemie in tutto il mondo.

Il dottor Antonio Metastasio.

Londra Antonio Metastasio quarantaquattrenne di Terni ma residente nel Regno Unito da una decina di anni, psichiatra del National Health Service britannico, è uno dei volontari per la sperimentazione del vaccino antiCovid non ancora testato che lo Jenner Institute dell’università di Oxford e AstraZeneca stanno sviluppando con Irbm di Pomezia. Metastasio ha così motivato la sua scelta:

“…Lho fatto sia come cittadino che come medico. Ho visto pazienti malati, molti colleghi sono morti e per me il dovere professionale non si deve limitare all’orario di lavoro. Non da ultimo, ho voluto dare un esempio contro le assurde polemiche no Vax, per dimostrare che i vaccini non solo sono utili ma anche sicuri…”.

IRBM di Pomezia, in provincia di Roma.

Ti potrebbe interessare anche —->> ROMA – SCANDALO DEGLI EMODERIVATI: IL COMMERCIO DEL PLASMA IN TEMPO DI COVID.

Non sa ancora se gli è stato somministrato il vaccino anti-Coronavirus o un semplice placebo, ma dice di stare bene, di essere ottimista e certo di poter raccontare ai suoi nipoti di aver fatto la sua parte nella lotta per la sconfitta del temibile virus. La notizia ha destato scalpore ma non è certo il primo camice bianco che decide di sperimentare un vaccino su se stesso. Molti ricercatori nel passato ma anche in tempi recenti, non hanno esitato, per amore della scienza e per difficoltà a reperire dei volontari, a fare da cavie per le loro scoperte.

Il professor Albert Sabin.

Già Albert Bruce Sabin, nel 1953, cominciò a testare il suo vaccino antipolio prima su sé stesso e successivamente su due suoi collaboratori. Inoltre Sabin si comportò da filantropo, non brevettò mai il suo vaccino e continuò a vivere con il suo stipendio di professore universitario in modo che il vaccino fosse disponibile a basso prezzo e pertanto fruibile per una moltitudine di bambini. La storia dei vaccini è costellata da grandi gesta e terribili insuccessi ma l’effetto che le vaccinazioni hanno avuto nel ridurre la mortalità infantile e le menomazioni, migliorare la salute e aumentare l’aspettativa di vita di intere generazioni di bambini dovrebbe bastare a collocarli in un posto di rilievo nell’ambito delle scoperte mediche. Eppure ancora oggi c’è chi, spesso senza alcuna conoscenza in ambito medico-scientifico, si oppone alla somministrazione negando che i vaccini siano un’arma di prevenzione della malattia sicura e efficace. Così facendo mettono irresponsabilmente a rischio non solo loro stessi ma anche tutti gli altri.

Ti potrebbe interessare anche —->>

 

ROMA – AAA CERCASI VOLONTARI-CAVIE PER IL VACCINO ANTICOVID MADE IN ITALY