IL PIN POINTER: QUESTO SCONOSCIUTO

Uno strumento indispensabile per la caccia ai target. Se bene usato è importante quanto il metal e le sue indicazioni sono preziose. Occhio però alle interpretazioni dei suoi segnali.

Ciao a tutti Amici .

Eccoci qui come sempre a parlare degli strumenti che si possono utilizzare come complemento nelle nostre giornate hobbistiche: il Pin Pointer. Facciamo una piccola premessa per tutti gli utenti che sono alle prime armi e non conoscono l utilità di questo strumento.

Il pin pointer è uno strumento di solito a forma cilindrica che serve a rilevare ,una volta rilevato il target con il metal detector e aperta la buca, l’oggetto avvicinandoci senza dover setacciare la terra o la sabbia passandola davanti alla piastra. Accorciando di molto il tempo dell individuazione. Questo strumento è utilissimo a chi fa ricerche militari per avvicinarsi con cautela agli oggetti sepolti senza rischiare di colpire con la vanga o con la piccozza qualche ordigno o, anche per chi fa ricerche più di minuteria….

Come si presenta il TEK-POINT nella sua confezione:

Apriamo la scatola e all interno troviamo avvolto in un sacchetto ben sigillato il pin pointer con le sue istruzioni, subito sotto il porta pin da cintura . Lo strumento si presenta di un bel colore verde oliva con un impugnatura in gomma più morbida antiscivolo, e il suo pulsante di accensione a lato .

Dati tecnici:

  • Funzionamento con due batterie AA da 1,5 che non sono incluse

  • È subacqueo fino a 1,8 mt

  • Ha tre livelli di sensibilità

  • Il bilanciamento del terreno

  • La Luce led dimmerabile

  • La vibrazione

  • 16 frequenze di shift

  • 230 grammi di peso

Le impostazioni per utilizzarlo:

Per modificare l’intensità della Luce led basta tenere premuto il pulsante di accensione da spento e continuare la pressione controllando l intensità della luce desiderata. Per modificare i programmi che sono 9: 3 vibrazione, 3 suoneria e 3 vibrazione e suoneria, una volta acceso il pin, ripremere il pulsante fino a quando si sentono 3 beep, in quel momento ad ogni ulteriore pressione si modificherà l’impostazione desiderata e, una volta trovata basterà attendere che il pin torni alla modalità ricerca.

Per modificare le frequenze di utilizzo e cercare di eliminare gli eventuali disturbi creati ad alcuni metal detector: una volta acceso ripremete e tenete premuto il pulsante oltre i tre beep dei programmi, udirete un doppio beep e da li potete cominciare a modificare. Ad ogni pressione cambierete un poco la frequenza e una volta trovata quella con il minor disturbo lasciate in stan by e il pin memorizzerà l impostazione. Questo pin pointer utilizza una modalità che si chiama retune che è una sorta di bilanciamento del terreno, per attivarlo una volta acceso il pin pointer basterà avvicinare la punta al terreno e premere veloce il pulsante una sola volta e si bilancerà .

I test questa volta non li abbiamo eseguiti perché questo apparecchio è il fratello gemello del Fisher f-pulse che abbiamo già recensito e lo troverete negli articoli passati… Per chi non lo sapesse la casa Teknetics e Fischer producono macchinari con livree diverse ma schede interne identiche…

Naturalmente per i video in ricerca e per spiegazioni o domande alle quali risponderemo anche con live video visitate il nostro Canale YouTube .

Ringraziamo la Geotekcenter di Terni per averci fornito lo strumento per la recensione