DUGENTA – CORAGGIOSA CASALINGA SALVA I TRE FRATELLI E MUORE SOFFOCATA

Un atto di coraggioso altruismo e affetto per i suoi familiari è costato la vita a Patrizia Napolitano morta per salvare i suoi tre fratelli.

Dugenta – Un salvataggio finito in tragedia. È questo l’amaro epilogo degli eventi drammatici che si sono consumati nel grosso Comune del Beneventano dove una donna è deceduta nella sua abitazione a causa di un incendio.

Patrizia Napolitano, 49 anni, risiedeva con i suoi tre fratelli in una palazzina di piazza Mercato. Nel pomeriggio la donna si accorgeva di un principio d’incendio che stava divampando in cucina e visti inutili i tentativi di spegnerlo, correva in camera da letto per mettere in salvo i tre fratelli di cui uno non vedente. La donna, una volta resasi conto che i suoi familiari stavano bene, sarebbe tornata all’interno dell’abitazione forse per telefonare ai vigili del Fuoco e dare l’allarme.

La palazzina di due piani, però, veniva ben presto avvolta dalle fiamme e dal fumo che imprigionavano la donna all’interno del suo appartamento dove moriva asfissiata nonostante gli operatori del 118 ed i vigili del Fuoco, subito accorsi sul luogo, avessero tentato di rianimarla.

La palazzina di piazza Mercato dopo l’incendio. 

Il corpo della vittima è stato poi trasportato all’ospedale San Pio di Benevento dove verrà sottoposto ad autopsia. Con molta probabilità l’origine dell’incendio sarebbe da attribuire ad un cortocircuito del vecchio frigorifero le cui scintille avrebbero innescato le fiamme che dalla cucina si sono propagate nelle altre stanze sino ad avvolgere l’intero edificio. La popolazione di Dugenta si è stretta intorno al dolore della famiglia per la perdita della coraggiosa casalinga.