COLLEFERRO – ONORE A WILLY MONTEIRO DUARTE. MORTO DA EROE. MEGLIO IL SILENZIO CHE IL CLAMORE POLITICO.

La morte di Willy ha colpito il cuore degli italiani. Il suo sacrificio deve far riflettere e deve rimanere vivo nella memoria delle nuove generazioni. Purtroppo una certa fazione politica ha strumentalizzato la tragica vicenda tirando in ballo il Fascismo ed i suoi personaggi. C'è chi non è d'accordo.

Colleferro – Non c’è dubbio che la morte del giovane cuoco, onesto lavoratore, persona per bene e figlio di persone per bene, sia stata strumentalizzata da una certa fazione politica che ne avrebbe approfittato per le solite passerelle elettorali. Ed è già una vergogna. Sarebbe stato meglio il silenzio. Inutile e dietrologico tirare in ballo il Fascismo ed i suoi personaggi per un fatto di cronaca che ha visto per protagonisti un pugno di balordi che nulla hanno a che spartire con la storia ed il regime di Mussolini.

Alessandro De Felice, medico e storico, nipote di Renzo De Felice, con la dialettica che gli è propria, dice la sua sulla drammatica vicenda di cronaca su cui sono intervenuti tutti, molti a sproposito, soltanto per visibilità mediatica. Possiamo condividere o no il ragionamento di De Felice ma è anche vero che analoghi fatti di sangue sono stati sottaciuti dai media nazionali proprio nello stesso periodo in cui si è consumato il delitto del giovane di Paliano. In basso il video:

www.sinclairedizioni.it

http://www.alessandrodefelice.it/Dove%20tutto%20%C3%A8%20cominciato/index.htm