CASSA INTEGRAZIONE FANTASMA. CHE FINE HANNO FATTO I SOLDI?

AAA cassa integrazione cercasi. È questo l’appello lanciato dai lavoratori del commercio, dei servizi, del terziario e delle pulizie.

I lavoratori della Filcams in presidio

Milano – AAA cassa integrazione cercasi. È questo l’appello lanciato dai lavoratori del commercio, dei servizi, del terziario e delle pulizie. Dal presidio tenutosi davanti al Pirellone di Milano è emersa un’atmosfera carica di rabbia e sconforto. Sono ormai migliaia gli addetti del commercio tradizionale (tra cui i dipendenti della multinazionale H&M che da poco ha deciso la chiusura di due store nel capoluogo lombardo), che aspettano gli ormai interminabili ritardi nell’assegnazione della liquidazione degli assegni di cassa integrazione in deroga.

“…La rabbia che i lavoratori provano è fortissima – ha dichiarato Michele Tamburelli, segretario Utitucs –. Ci sono migliaia di dipendenti in tutta Italia senza reddito da diversi mesi. Aspettavano degli ammortizzatori sociali come era stato promesso, ma non sono mai arrivati…Confidavamo sia nella Regione Lombardia e che nell’Inps, ma le risposte tardano ad arrivare. La preoccupazione, ad esempio, per i lavoratori delle mense scolastiche, che non sanno se ricominceranno a lavorare a settembre, per i dipendenti delle strutture alberghiere e per i camerieri è molta. Pensiamo che non si possa rimanere per così tanto tempo senza reddito, altrimenti le conseguenze saranno drastiche, con un progressivo impoverimento della società. Ci sono anche molte aziende che faticheranno a riaprire, creando così un problema occupazionale. Manifestiamo affinché le istituzioni possano velocizzare le pratiche ed erogare quanto promesso. Non è una questione unicamente monetaria, ma anche di dignità, di compostezza. Se non si agirà immediatamente questa situazione potrà degenerare in una diffusa povertà e in disordini sociali…”.