BOLOGNA – MARCHE DA BOLLO CLONATE E SMERCIO DI ASSEGNI: 3 ARRESTI DELLE FIAMME GIALLE.

Marche da bollo contraffate e clonate, smercio di assegni e truffe sui circuiti Mastercard e Visa per centinaia di migliaia di euro, hanno portato in carcere tre italiani mentre altre persone indagate dovranno risponderne in giudizio.

Bologna
Bologna all'ombra delle truffe

Bologna –  Le Fiamme gialle della città delle due Torri hanno smantellato, attraverso l’operazione denominata”Marchette”, un’organizzazione che operava tra Emilia-Romagna e Calabria, specializzata nell’acquisto di grandi quantità di marche da bollo che poi clonavano, vendendole alle agenzie dedite al disbrigo delle pratiche auto.

Ti potrebbe interessare anche———>>MILANO – DIPENDENTI AGENZIA DELLE ENTRATE LAVORAVANO IN PROPRIO COME CONSULENTI. 3 ARRESTATI. .

Tutto sarebbe partito dalla segnalazione del direttore del Pra del capoluogo emiliano, ovvero il Pubblico  Registro Automobilistico, molla scatenante delle investigazioni che hanno portato alla notifica di 16 avvisi di conclusione indagini nei confronti di soggetti ritenuti coinvolti a vario titolo e sparsi sul territorio nazionale. Per l’esattezza, gli uomini del comando provinciale di Bologna, su disposizione del Gip Roberta Dioguardi, hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare e di applicazione dell’obbligo di dimora nei confronti di tre cittadini italiani, considerati membri del gruppo. Durante lo svolgimento delle operazioni investigative, oltre alle marche da bollo contraffatte e clonate, sono stati ritrovati diversi traveler’s cheque falsi per oltre 100 mila dollari. Ma non solo: i finanzieri hanno scoperto truffe al circuito Master Card Visa per oltre 76 mila euro ed è stato arrestato un latitante ricercato dalle forze dell’ordine da dieci anni, poi condotto nel carcere di Modena.

Ti potrebbe interessare anche———>>CORSICO – RIPULIVANO SALE SLOT, COMPRO ORO E BANCHE. 10 CRIMINALI IN CELLA.

FALSI PROMOTER ON LINE: TRUFFA DELLE CRIPTOVALUTE.