A ME GLI OCCHI: IL POPOLO ITALIANO SOTTO IPNOSI. OCCHIO ALLE SUPPOSTE…

Quel geniaccio di Lemme traccia un profilo della situazione tutt'altro che entusiasmante. SE ci pensiamo un po' la situazione è quella descritta dal noto farmacista da sempre in controtendenza. Eppure i risultati sono sotto gli occhi di tutti ma con l'immobilismo non si ottiene nulla. Anzi si peggiora.

Il nostro Genio.

Il popolo italiano è in preda a un’ipnosi collettiva. Il Governo, chi comanda, agisce di proposito contro il popolo. E da parte del cittadino non c’è nessuna reazione! Le fabbriche hanno chiuso. Il 70% delle attività artigianali e commerciali hanno chiuso. Di fronte a questo sfacelo economico non si assiste a nessuna reazione, né emotiva né razionale. Tutti si auto-illudono che sia una situazione transitoria dovuta al Covid 19 e alle vacanze e pensano che da Settembre in poi la vita tornerà alla normalità. Questo è quello che spera chi non ha nessuna capacità di analisi. Non sarà così. Vi faccio notare che il mondo è cambiato. Le attività commerciali e industriali sono cambiate. I rapporti tra gli esseri umani sono cambiati. Questi cambiamenti sono irreversibili e non sono in senso evolutivo ma, purtroppo, solo in senso involutivo.

Ipnosi collettiva.

Ti potrebbe interessare anche —->> ROMA – QUEL MENZOGNERO DEL PREMIER: QUALI E QUANTE LE SUE RESPONSABILITÀ? SI FACCIA LUCE

Guardatevi intorno, osservate e provate a riflettere. Per bloccare il pensiero del popolo e far sì che la gente non si ribellasse, ma si comportasse come un docile gregge da condurre verso il baratro, hanno messo in atto varie strategie facenti leva sulla paura. Hanno limitato la libertà di movimento. Di conseguenza hanno limitato la libertà di libero pensiero. Allo stesso tempo hanno attivato il bonus vacanze, l’ennesima operazione demenziale da parte del potere: mandare i poveri in vacanza per illuderli che ‘tutto va bene’. L’importante è indossare la mascherina che funge da museruola e non rompere i coglioni.

Il popolo gregge. L’immunità non c’entra…

Ti potrebbe interessare anche —->> ROMA – PRONTO IL DECRETO AGOSTO: UN’ALTRA RIPARTENZA O ENNESIMA DELUSIONE?

Mentre il popolo-gregge esegue e festeggia nelle varie località turistiche, l’invasione degli immigrati clandestini positivi al virus continua senza soste. Approdano e vanno a zonzo liberamente per tutta Italia con il sotteso compito di infettare la società e far aumentare i contagi di modo che il Sistema, nella sua logica dittatoriale, possa riaffermare il lock down e proseguire indisturbato verso l’obiettivo: destabilizzare e impoverire il popolo italiano. Cancellandone la cultura, i diritti e il benessere economico. Per mezzo degli immigrati-invasori il popolo italiano viene conquistato e sottomesso docilmente e civilmente. Ma questo nessuno lo avverte? Possibile che le vostre coscienze siano tutte dormienti? Possibile che nessuno si sia reso conto che siamo in preda a un esperimento di ipnosi di massa?

Saracinesche abbassate per sempre.

Ti potrebbe interessare anche —->> ROMA – QUELL’OPERA OMNIA DEL DECRETO DI AGOSTO. VIZI E VIRTU’.

Hanno distrutto il mondo del lavoro. La disoccupazione ha raggiunto il livello più alto della storia repubblicana. A Roma stanno facendo una politica di accettazione dell’elemosina europea. Il mondo del lavoro è allo sfascio e usano mezzi di salvataggio che servono solo ad affondarlo definitivamente, come il reddito di cittadinanza, il sussidio di disoccupazione, la cassa integrazione, gli statali in smart working senza connessione e i bonus ristrutturazione o vacanze. Per i diversamente colorati vitto, alloggio e paghetta sono garantiti. Si tratta di una politica assistenzialistica che ha la sua genesi nel comunismo più becero. Si attinge, cioè, all’aspetto più negativo della cultura comunista: impedire l’evoluzione e il progresso proprio impedendo la creazione di capitale privato e libero. L’assistenzialismo fine a sé stesso spreca risorse e deprime il mondo del lavoro e lo spirito di intraprendenza italiani. È in atto una diseducazione alla produzione: i lavoratori rifiutano le possibilità di occupazione per non perdere il reddito di cittadinanza, il sussidio di disoccupazione e la cassa integrazione, con il benestare dei sindacati, e gli immigrati sono instradati al dolce far niente e a delinquere.

La Filosofia Alimentare è sempre uno stile di vita.

Ti potrebbe interessare anche —->> ROMA – AGOSTO DECRETO MIO NON TI CONOSCO: ANCORA RUMORS MA NULLA DI CONCRETO.

Il popolo Italiano, quello che produce, che cosa intende fare? Nulla. È ipnotizzato. Non reagisce o si limita a dire che non ci si può fare niente. È rassegnato. Non c’è peggior atteggiamento della rassegnazione mentre ti stanno togliendo la libertà di pensiero, di movimento e soprattutto la dignità di cittadino. Gli Italiani sotto ipnosi mangiano, bevono, respirano, defecano, divorziano, guardano la televisione, ordinano la pizza il sabato sera, seguono la partita e vanno in vacanza. Non sono in grado di percepire altro. Sono inconsapevolmente predisposti alla sottomissione e schiavizzazione. Ti starai chiedendo “Bravo lui, ma la soluzione quale sarebbe?”. La soluzione è in te, svegliare la tua coscienza, renderti consapevole di quello che è accaduto davvero e di cosa sta accadendo, di cosa hanno pianificato e stanno man mano realizzando applicando la ‘tecnica della rana bollita’, di cui vi avevo già parlato, senza ostacoli e tutto a nostro svantaggio. Ti stai chiedendo come e cosa fare? Stai allerta, vigile ed elabora la situazione con distacco emotivo. Ti posso assicurare che il Sistema imploderà. Si salverà solo chi è consapevole e agirà di conseguenza. Chi ora governa è troppo sicuro di sé e fa leva sulla certezza che il popolo è bue, facile da pilotare e imbavagliare attraverso il timore e l’incertezza.

Italiani: occhio alle supposte!

Ti potrebbe interessare anche —->> ROMA- IL DECRETO RILANCIO “FOR SALE”: GLI INCENTIVI AUTO E MOTO SONO SABBIE MOBILI. IL RESTO?

Inizia quindi a prendere coscienza di che cosa è stato progettato, del disegno che vuole la fine dell’Italia, diventane consapevole, disobbedisci, organizzati e agisci. Come dico sempre io, ‘dal pensiero bisogna passare all’azione per far sì che questo si realizzi’, con consapevolezza, razionalità e, soprattutto, con strategia. Quindi costruisci nella tua mente l’atto di ribellione, l’atto di rivoluzione e di disobbedienza, a qualsiasi livello e nelle tue possibilità. Non aver paura. Io esisto.

Ti potrebbe interessare anche —->>

ROMA – E’ UFFICIALE: LE DISCOTECHE “CAPRO ESPIATORIO DI SEMPRE” SONO CHIUSE.